Gensan Giulietta&Romeo HalfMarathon

Esiste un modo migliore di festeggiare un compleanno che quello di regalarsi una gara, nella propria città e fare un nuovo Personal Best? 🙂

Bene, domenica è arrivato il regalo.

Gli anni passano inesorabilmente e la sfida diventa quella di mantenere i risultati ottenuti cercando, se è possibile, di superarli.

La gara contro me stessa comincia a diventare dura e riuscire a migliorare il tempo su una mezza maratona diventa un regalo grandissimo.

Ovviamente è una visione un po’ romantica della cosa visto che dietro c’è allenamento, preparazione, sbagli e correzioni.

A novembre avevo chiuso la Cangrande Half Marathon, sempre a Verona, in 2h2’49”.

Gensan Giulietta&Romeo HalfMarathon

Domenica ho portato a termine la gara in 2h1’18”. Certo io speravo di regalarmi le 2 ore, anzi 1h59’59” 🙂 ma, se devo essere onesta, l’allenamento fatto non era sufficiente. Pochi lunghi, allenamenti di 9-12 km e solo due volte la settimana. Infatti, è andato tutto molto bene fino al 12 esimo km, poi ho cominciato a sentire la fatica e gli ultimi 3 km avevo dolori un po’ dappertutto.

Fortunatamente il lavoro in palestra è servito a rinforzare i miei punti deboli: bandelletta sinistra e polpacci. Ma 21 km non sono una passeggiata e qualche “lungo” in più, se si vuole stare su questa distanza, va messo in programma.

Però arrivare CORRENDO e non arrancando al traguardo, mano nella mano con Enrico, che per tutto il tempo mi ha tirata, spronata, controllata (diventando fin insopportabile gli ultimi 2 km 🙂 )  è un’emozione che non si può descrivere a parole. E’ tutta nelle lacrime e singhiozzi misti alle risate quando realizzi che è finita, che non hai mai camminato e che hai fatto il tuo PB, quando il giorno prima hai compiuto 51 anni!

mde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *