Il perché correre potrebbe sembrare una domanda stupida. In realtà le motivazioni possono essere diverse da persona a persona. Cosi come le motivazioni, gli obbiettivi, le aspettative. Lo si potrebbe fare solo per restare in salute (e dici poco?) Ma anche per migliorare la propria fisicità sia da un punto di vista estetico che funzionale.

Vediamo tutti i motivi per cui correre risulta essere positivo o vantaggioso.

Perché è l’unico modo per uscire di casa nelle regioni rosse in tempi di lockdown covid

Eh, il connubio sport e covid-19 coronavirus è stato periodo di grandi sofferenze. Per fortuna ora il nuovo lockdown da la possibilità di poter finalmente uscire di casa senza mascherina e poter correre senza limiti territoriali, direi che è tutto! Per noi abituati a fare sport tutti i giorni le restrizioni del primo lockdown sono state molto provanti! Tanto più che molti di noi corrono in mezzo al nulla. Le scende degli inseguimenti dei runner con i droni credo abbiano rappresentato il momento più buio e tragico di questo periodo e di questo evento. Oggi sembra che i nostri governanti abbiano per lo meno capito che lo sport non è un divertimento superfluo ma uno stile di vita per altro finalizzato alla tanto promossa salute.

Per perdere peso

Ne abbiamo parlato a lungo. E’ possibile correre per perdere peso se non si è troppo in sovrappeso. Diversamente sarebbe meglio o fare una corsetta molto blanda o camminate ma ancor meglio sarebbe iniziare con uno sport diverso come per esempio il nuoto o la palestra

Per mantenere il peso corporeo

Ideale quindi per il mantenimento o per affinare il dimagrimento la corsa è lo sport più efficace in quanto fa lavorare al massimo il circuito aerobico e permette a parità di tempo un buon consumo calorico con conseguente consumo di grassi se non si eccede con l’alimentazione.

Per farmi i selfie e metterli sui social

Questo è un aspetto interessante, i social, facebook, instagram, sono pieni di gruppi e post di persone che si allenano e pubblicano le proprie imprese. Parecchie volte mi sono trovato a criticare questo tipo di atteggiamento o meglio. Il rischio è quello di fare non più allenamenti ma imprese impossibili che con sport e salute hanno poco a che fare. Non ho mai visto cosi tanta gente incappare in un numero cosi nutrito e vario di tute le tipologie di infortuni da corsa possibili dei quali alcuni non erano nemmeno a mia conoscenza.

Per non parlare dell’esibizionismo vero e proprio mo non voglio più essere polemico. Per cui ben venga se serve per essere motivati a correre possibilmente in modo sano.

Perché no ho un motivo valido per non farlo..!!!

Apparentemente provocatorio verrebbe da pensare, ma esistono invece motivi per non correre? In realtà si. Sicuramente per correre serve tempo che dovremo togliere da o a qualcos’altro. Pertanto trovo importante dedicare il tempo giusto per la corsa, correre per vivere meglio e non vivere per correre. Molta gente si monta la testa e comincia a puntare alle distanza sempre più lunghe. La maratona, 100 Km! Addirittura ho sentito corse dove si va avanti ad oltranza nel tempo. Questo per me non è più sport e non è più salute ma mero fanatismo o esibizionismo. Vedi discorso dei selfie.

Partendo dalla certezza che il migliore allenamento prevede un compito finito che non deve essere ne più, ne di meno e che il troppo storpia nel senso che iper allenamenti portano ad infortunio, overreaching e overtraining consiglio di affinare al massimo i propri allenamenti e di cercare il risultato solo nelle gare. Gare confacenti alle nostre capacità e caratteristiche.

Ha più senso correre un 10K sotto i 4’/Km che la maratona in 4 ore.

Corro per sport

Indubbiamente, come il ciclismo il nuoto se parliamo di sport individuali o il calcio la pallavolo se parliamo di sport di squadra la corsa è uno sport. Anzi io direi che è la base di tutti gli sport come le parole sono la base della comunicazione per qualsiasi disciplina. Questo vuol dire che l’importante e fare uno, meglio più sport come ad esempio il triathlon, per sport.

Mi piacciono le maglie ad alta visibilità

Torniamo al sano moderato esibizionismo. Ahahahaah. Noi triatleti siamo un pò l’emblema. Un tempo correvamo con il costume da bagno nei centri storici durante le gare! Anche oggi con body super attillati non si scherza. Serve un bel fisico però per cui avere un bel fisico per mostrare il fisico stesso e la maglia o il body può essere una ulteriore motivazione.

Per mangiare di più

Eccola, finalmente è arrivata una delle motivazioni più grandi! In realtà stanno facendo studi ed individuando nuove patologie. Coloro che corrono o fanno sport il più a lungo possibile per poter poi mangiare di più o più liberamente. Diciamo che se non siamo a questi livelli fare una bella ora, ora e mezza di corsa vigorosa per bruciare 1000 calorie o più è un ottimo sistema per potersi godere appieno una buona cena senza pagare pegno. Non si pensi però di correre un lento di un ora che consuma 500 / 700 calorie e poi mangiare una megapizza farcita con birra totalizzando 2500 calorie. Come in tutti gli aspetti fino ad ora analizzati la giusta misura è d’obbligo, i latini dicevano: “In medio stat virtus

perché dopo si sta… Benissimo

Verissimo, anche questa è una delle grandi motivazioni! Si sta bene per diversi motivi chimici e psicologici. I motivi chimici sono il rilascio delle endorfine, quelli psicologici possono essere l’ammirare un bel panorama se si ha la possibilità di correre in bei posti ed infine la possibilità di liberare la mente dai problemi e ritagliarsi uno spazio di evasione da tutti i problemi della giornata.

Per fare sesso

Questa me la devono spiegare… In realtà nel corso di laurea in scienze motorie non si è mai toccato questo argomento.

Metti che la polizia mi corre dietro, li semino!

Ovviamente espresso con ilarità. Ma se dovesse inseguirci un malvivente? Potremmo veramente seminarlo. La prestanza fisica e la corsa come arma di fuga da qualsiasi situazione, un incidente, qualcosa che ci viene addosso. E’ comunque un arma in più. Un arma da difesa.

Passione

Assolutamente si. Il piacere di correre. Sentire i muscoli che spingono, sentire il vento fra i capelli, vedere la terra che corre sotto di noi. Spostarsi velocemente da un posto ad un altro raggiungendo distanze che prima ci potevano sembrare impossibili con i soli nostri mezzi. Per esempio quando porto auto dal meccanico torno a casa a piedi, di corsa, mi guarda come un marziano. “Vuoi che ti accompagni?” “Nono grazie 10 Km li faccio di corsa”. Unisco utile al dilettevole. Non parliamo poi delle gare e dell’emozione che da posizionarsi bene sia nei confronti dei nostri amici avversari che di noi rispetto ai nostri tempi.

La competizione

Lo abbiamo detto. Da piacere, come la passione che è passione per la corsa e passione per la competizione. Due passioni che convivono.

Inizialmente per esigenza, ora per passione.

Questo è uno dei motivi che definirei fondamentali. Il Leitmotiv del nostro sito è la Salute. La salute che spesso si da per scontata è la base di tutto. Senza salute non si fa nulla o la si fa “male”. Lo sport in generale e la corsa in particolare permettono di evitare di incappare in diverse patologie o di migliorare le condizioni patologiche preesistenti qual’ora le stesse si presentassero. Tra le più diffuse, diabete di tipo II ma anche di tipo I, ipertensione e diversi problemi cardiaci. Sempre da ricordare che prima di iniziare è necessario rivolgersi al proprio medico per stabilire modalità e possibilità di esecuzione di una disciplina sportiva.

Perché correre? Per pensare

Fantastico, si, per pensare. Ora vi voglio dire una cosa, questo sito nasce da un pensiero fatto mentre correvo. Quasi tutto quello che faccio l’ho pensato durante la corsa. La corsa credo abbia una duplice funzione, sicuramente libera la mente da altri pensieri che ci opprimono ma non so se sia perché correre ossigena meglio il cervello, mentre corro e subito appena finita la corsa devo correre nuovamente in casa a fissare le idee e i punti perché già dopo mezzora svaniscono! Ditemi che non è grave ahahahaah.

Scaricarelo stress della giornata

Si, lo abbiamo accennato, le endorfine ma anche la stanchezza del dopocorsa dopo aver messo a dura prova muscoli ed essersi ben ossigenati dalla respirazione che nella corsa viene fortemente reclutata vista la sua natura aerobica.

Perché correre? Mantenere la forma

Che si traduce in meno peso corporeo, più agilità, migliore respirazione, più capacità e lucidità. Ma anche psicologica, fatica per il raggiungimento di un obbiettivo, costanza, perseveranza, resistenza, resilienza. Quindi sia forma fisica che mentale.

Correre da senso di libertà

Sopratutto oggi in tempo di lockdows per colpa di sto covid-19 coronavirus. In ogni caso correre è sinonimo di libertà! Si, liberi di muoversi liberi di scegliere la direzione liberi di scegliere la velocità. E’ il nostro sistema di locomozione ancestrale. Possiamo agilmente e agevolmente cambiare direzione, aumentare, calare, salire e scendere, affrontare asperità e terreni difficili. Tutto questo movimento da senso di libertà. In realtà da libertà.

Corro perché mi piace soffrire

Una certa dose di masochismo quindi! Indubbiamente più si soffre più si gode del dopo, una bella tazza di caffè al ginseg, una bella doccia calda magari dopo aver corso al freddo. Peggiori sono le condizioni e più bello sarà il dopo. Aiuta a godersi di più il dopo se si soffre prima.

Una forma sana per sfogare frustrazioni

Piuttosto che fare altro magari di dannoso se ci si deve sfogare na bella corsa si ottiene risultao analogo e ci si guadagna anche in salute.

Perché correre? Sfogo psicologico

La corsa può in effetti essere un momento in cui si ritrova se stessi, una sorta di terapia che ci aiuta anche a risolvere problemi psicologici.

Aggregante sociale, amicizia consolidata e nuova

Persone che come noi condividono questa passione. Si fanno nuove amicizie e si condivide un pensiero comune, esiste qualcosa di più gratificante?

Perché correre? Salute psicofisica

E’ uno dei motivi più grandi, lavora in background. La corsa ci fa restare in salutte. E’ protettiva verso molte patologie e può risolverbne altre. Rigenera la mente, tempra, e da equilibrio psicofisico.

Fuga dalla realtà

Anche questo è un aspetto interessante. Ricordo che estremizzai il concetto per quanto riguarda le gare di triathlon. Quando senti lo starter e inizi a gareggiare entri in un altro mondo. Sei te e la gara non esiste più null’altro. Qualsiasi problema avevi prima ora non esiste più. Ora devi solo dare il meglio di te tutto il resto tornerà dopo. Entri in una dimensione parallela.

Non lo so e non lo voglio sapere

Infondo ci sta. Se mi piace un motivo ci sarà.

Per stanare le debolezze umane

Simpatica questa affermazione, in effetti esiste tuta una sub cultura non in senso negativo del tipo, non dichiaro i tempi, perché? Tu quanto ci hai messo? A quanto giri? Etc… voglia di confrontarsi ma anche paura di confrontarsi.

guardare il fondoschiena di chi mi precede

Credo si commenti da se.

Poter stare a contatto con la natura

La corsa è evocatrice di natura e paesaggi, ricordate Forrest Gump? Nella sua lunga corsa narrava di aver visto albe e tramonti mozzafiato! La corsa è un ottimo momento, scusa, occasione per stare a contatto con la natura che tanto bene ci fa stare. Un pò un ritorno alle origini in posti naturali con la deambulazione ancestrale.

Mens sana in corpore sano

Mens sana in corpore sano come insieme di concetti fino a qui espressi che si vanno a collegare, rafforzare ed unire.

Per sostenere l’economia di ortopedici e fisioterapisti

Purtroppo di questo abbiamo ampliamente dibattuto. L’entusiasmo del neofita sommato con l’effetto DUNNING-KRUGER amplificato dai social in cui pensare di essere unici, migliori, solo perché si è scoperta una cosa come per esempio la corsa che la maggioranza delle persone non sa nemmeno esistere ma che molti coltivano da anni crea danni immensi purtroppo anche permanenti (cronici) e non più riparabili. Io consiglio chi si avvicina a qualsiasi disciplina di farsi seguire da un esperto. Vale per tutti i campi.

Vado a correre quando son stanca…

Immagino si faccia riferimento ad una stanchezza più di tipo psicologico. In questo caso abbiamo visto la corsa essere rigenerante. Se invece parliamo di stanchezza fisica ricordiamo che il riposo è il miglior allenamento!

Correre per trasmettere agli altri positività.

Interessante questo aspetto. Un pò meno egoistico ma forse anche no. Come recitava un famoso spot, bene con se stessi bene con gli altri. E’ un concetto sia egoista che altruista molto bello. Questo non lo avevo mai pensato specificatamente.

Correre per la prestazione

Questo desiderio di migliorare. E’ bello vedere l’orologio dire, oggi hai fatto un nuovo record. Da la sensazione di guadagnare qualcosa. Sebbene il mantenimento rispetto alla perdita sia di fatto un guadagno, migliorare i tempi nella corsa da grande soddisfazione.

Perché correre? X LA FIFA CORRO IO

Ilarità, gioco di parole, due sane risate. Corsa è socialità, lo abbimao detto. Corsa èoccasione di dire battute simpatiche o ridicole che rinfrancano lo spirito. Charlie Chaplin diceva: “Un giorno senza un sorriso è un giorno perso.

Io lo so perché stai correndo”Io: “Perché?”Lui: “Per arrivare prima”

Non so se vi sia mai capitato. In diverse occasioni, ne ricordo una, avevo un colloquio e finisco imbottigliato nel traffico a circa 3 Km dalla destinazione. Indovinate cosa ho fatto!? Ho parcheggiato li e di corsa sono andato all’indirizzo in cui sarei dovuto arrivare a 5′ al km ahahahah.

In Conclusione si corre perché

per sport, socialità, sfida, confronto, benessere, controllo del peso corporeo, salute, aggregazione, competizione, immersione nella natura, ricerca di sensazioni, per conoscere nuove persone, raggiungere luoghi diversamente non raggiungibili, arrivare in orario agli appuntamenti, per stare bene con se stessi e con gli altri, per sfogo, per pensare, per isolarsi, per staccarsi dalla realtà, per esibizionismo, per vanto, per poter mangiare di più, e molto molto altro ancora.

Prima di lasciarci...

Speriamo che quanto scritto sia stato di tuo gradimento! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi o se hai domande da fare. Per questo vi è la possibilità, a fine articolo, di scrivere liberamente nell'area commenti. Gli articoli sono in continua revisione pertanto puoi salvarli e tornare a leggere di tanto in tanto. Sono ben accette anche critiche speriamo costruttive nonchè consigli e richieste. Ci piace l'idea della libera e gratuita informazione senza confini. Tutto questo richiede molto lavoro e il tempo che riusciamo a dedicare è commisurato purtroppo anche dal piccolo rientro economico che produce con la pubblicità. Se prima di uscire clicchi su un banner pubblicitario ci dai una mano a crescere. Se volessi fare una donazione con paypal per esempio ed ancor meglio l'indirizzo paypal è roncada.enrico@email.it con causale "donazione". Se vuoi prendere contatto diretto con noi premi qui: "Contatti". Speriamo di riaverti presto.

Dott. Enrico Roncada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *