Triathlon di fine stagione

Non si fa a tempo a finire una stagione che ne inizia subito un altra.

Quest’anno anticipiamo la chiusura di un paio di settimane per diverse motivazioni:

in parte i miei impegni personali (dare ultimo esame universitario e improntare la tesi. A proposito di tesi, l’obbiettivo è alto ed estremamente centrato, vertirà sull’allenamento, il cuore di quello che quotidianament andiamo a fare).

Quest’anno le soddisfazioni per quanto riguarda Lucia sono state veramente grandi, tre secondi posti di categoria in tre sprint e il secondo posto di categoria nell’ultima gara, un olimpico (Lido delle nazioni) Per altro fatto sotto le tre ore e con tanto di coppa!

Io sono riuscito, con il “minimo sindacale”, a restare a metà classifica.
Non avevo grosse velleità; tutto invece cambia da ora in avanti in quanto l’anno che viene sarà di lancio (propedeutico ed anche di test) per il prossimo in cui avrò il cambio di categoria. (Vediamo se riusciamo a salire su quel cavolo di trespolo che è il podio).

Dicevo “Triathlon di fine stagione” e già la mezza di Verona dell’18 Novembre incombe, per cui, ora, preparazione specifica, giusto per non calare l’asticella.

I prossimi mesi avranno il focus anche su ipertrofia con richiami di forza e forza resistente. L’ipertrofia poi a fine inverno lascerà lo spazio alal forza massima, resistente, e veloce. Come sempre la valutazione sarà “nel proseguo”.

Infine, ma non per ultimo, sistemare pesantemente per non dire definitivamente la composizione corporea, quindi nuovamente “sul pezzo” con alimentazione calorie e un occhio definitivo sui macro.

Insomma.

La stagione è finita ma non il lavoro da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *