Si possono lavare le scarpe da running?

Quando finite di correre avete anche voi le scarpe completamente bagnate? Le mie sono veramente indecenti, bagnate persino sopra e alla lunga si macchiano di sudore, per non parlare dei batteri che, nonostante le faccia sempre asciugare bene prima di utilizzarle nuovamente, possono proliferare all’interno.

Detto questo, molti di noi vogliono mantenere l’aspetto delle proprie scarpe da running fresco e duraturo il più a lungo possibile.

Quindi, si possono lavare le scarpe da running? La risposta breve è sì, è possibile pulire le scarpe da running, ma è importante tenere a mente alcune cose chiave.

Lavare le scarpe da running può rovinarle

In realtà i lavaggi troppo frequenti con immersione totale in acqua possono, alla lunga, rovinare le colle che tengono assieme i materiali. Ma un lavaggio ogni tanto, soprattutto quando sono molto sporche, non fa alcun male alle scarpe, lo sostiene persino uno dei due fondatori del marchio Altra Running.

Un lavaggio ogni tanto, anche in lavatrice, si può tranquillamente fare. Io non ho notato alcuna perdita di caratteristiche delle mie Mizuno ogni volta che le ho lavate.

Golden Harper, co-fondatore di Altra Running afferma che “Le scarpe da corsa dovrebbero essere lavate. Lavare le scarpe con cura e delicatezza può effettivamente aiutare le tue scarpe a durare più a lungo. Troppo spesso, il fango secco o la sporcizia nella scarpa possono causare la rottura dei materiali superiori o addirittura la delaminazione della tomaia dall’intersuola o dalla suola.”

L’asciugatura può danneggiare le scarpe da running

Quello che si deve tener presente è che è più dannosa l’asciugatura del lavaggio.

Le scarpe da corsa non andrebbero mai fatte asciugare sotto al sole o sui termosifoni, men che meno nell’asciugatrice.

È il calore il peggior nemico delle colle che tengono assieme i materiali di cui è fatta la scarpa.

Come lavare le scarpe da running

Naturalmente il discorso del lavaggio è valido se non è esplicitamente sconsigliato dalla casa produttrice. E anche per l’utilizzo della lavatrice ci si deve attenere a quanto prescritto dal produttore (se non lo vieta esplicitamente, le scarpe da running possono essere lavate in lavatrice).

1. Non lavare le scarpe troppo spesso

“Lavare le scarpe in modo inappropriato troppo spesso, o troppo a lungo, può causare il danneggiamento prematuro della scarpa”, dice Harper. “Inoltre, lasciare un paio di scarpe appena pulite sotto il sole caldo o metterle nell’asciugatrice può causare il restringimento della scarpa che si adatterà al piede in modo diverso o non adattarsi più allo stesso modo”.

2. Pulizia a secco

Dopo una corsa in cui lo sporco ha coperto la scarpa, utilizzare una “spazzola da scarpe” (anche un vecchio spazzolino da denti è perfetto) e pulire le scarpe rimuovendo gli accumuli più pesanti di sporco e fango.

Quando lo sporco sotto le suole è asciutto, sbattendole suola contro suola si rimuove facilmente, dopodiché, metterle in un luogo asciutto (con i lacci aperti e la suola interna estratta se possibile) e attendere che anche lo sporco sulla tomaia si asciughi prima di usare la spazzola per scarpe o lo spazzolino (asciutti) per rimuovere il resto della sporcizia. Questo è il modo più veloce per avere le vostre scarpe da running pronte per la loro prossima uscita e richiede solo pochi minuti dopo la corsa, una volta che le scarpe sono asciutte.

3. Lavaggio a mano

Il lavaggio a mano delle scarpe da running è indicato se le vostre scarpe non sono molto sporche o hanno istruzioni esplicite che vietano il lavaggio in lavatrice. In entrambi i casi, il lavaggio a mano è il modo migliore per pulire le scarpe con cura.

In generale è bene ridurre al minimo il tempo di permanenza nell’acqua.
Rimuovere le solette e i lacci. Prima sciacqua le scarpe, poi spruzza con un detergente per scarpe o un altro detergente (la polvere naturale per il bucato dovrebbe andare bene con la maggior parte delle scarpe e il loro tipo di colla) e lascia riposare per alcuni minuti. A questo punto, prendi uno spazzolino con acqua corrente – puoi farlo anche sotto la doccia! – e dopo averle pulite per bene le lasci asciugare all’aria. Questo approccio renderà le scarpe molto più pulite rispetto all’utilizzo della lavatrice e minimizzerà la loro esposizione che dovrebbe aiutarle a durare più a lungo.

Asciugare in un luogo caldo e arioso e mettere carta accartocciata all’interno della scarpa per accelerare il processo e mantenere la forma della scarpa. A seconda di dove vengono lasciate ad asciugare, dovrebbero essere pronte entro due o tre giorni.

4. Lavaggio in lavatrice

Una domanda comune è “Posso lavare in lavatrice le mie scarpe da running?”.

Ci sono alcuni marchi di scarpe da corsa che avvertono esplicitamente di non lavarle in lavatrice. Ma in generale, se questo avviso è assente, un lavaggio a macchina a freddo senza detersivo (o molto poco) non dovrebbe danneggiare la scarpa o la colla, che in realtà è danneggiata da detergenti troppo aggressivi.

Fate attenzione se lavate le scarpe nella lavatrice.
A volte, le scarpe sono così sporche (per esempio dopo una corsa nel fango o se non si sono lavate da tanto tempo) che un lavaggio a mano come quello descritto sopra risulta insufficiente. Se utilizziamo la lavatrice per lavare le scarpe da corsa dobbiamo essere consapevoli del fatto che le nostre scarpe potrebbero durare un po’ meno del previsto. Ad ogni modo, se si vogliono lavare le scarpe da running in lavatrice, è consigliabile usare il ciclo delicato più breve (io uso il programma lana) senza centrifuga e inserirle con qualche asciugamano per non farle sbattere contro il cestello quando gira. È sufficiente un po’ di detersivo per capi sportivi o detersivo liquido.

Prima di inserirle nella lavatrice, procedete nel seguente modo:

1. Battete le suole insieme per rimuovere più fango e sporco possibile (in quanto ciò potrebbe danneggiare alcune macchine).

2. Rimuovete la soletta interna e legate i lacci insieme in modo che non si ingarbuglino.

3. Mettere tutte le parti in un sacchetto di lavaggio oppure assieme a degli asciugamani o degli stracci, inserirli in lavatrice e procedere col programma delicato..

Per l’asciugatura non metterle assolutamente nell’asciugatrice, ma riempitele con un giornale. Lasciarle asciugare per alcune ore prima di indossarle. Il giornale assorbirà molta acqua, quindi estraete la carta dopo alcune ore e lasciate che continuino a stare lontane dal sole o da qualsiasi altra fonte di calore finché non sono completamente asciutte.

Pulite le solette!

“Ricordate che i batteri sulle solette sono la causa principale delle scarpe maleodoranti”, dice Harper, “quindi assicuratevi di rimuovere le solette e strofinatele un po’ ‘prima di lavare le scarpe”.
E’ comunque una buona abitudine quella di far asciugare le solette delle scarpe fuori, dopo ogni corsa anche se non si lavano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *