Passamontagna o scaldacollo in bici?

Sebbene lo scaldacollo sia più pratico da mettere e togliere, sopratutto in bici da corsa, vista la posizione della testa con relativa torsione del collo, fa si che lo stesso tenda a risalire scoprendo le orecchie.
Risulta pertanto essere instabile e necessita di continui aggiustamenti.
Gli stessi tendono a distrarre e sbilanciare la guida oltre a modificare l’andatura.

Pertanto la conclusione è passamontagna sempre.

In aggiunto il secondo protegge dall’aria anche il collo, quindi oltre alla stabilità vi è indubbiamente una maggior protezione al vento.

Questi accorgimenti ci possono sembrare banali o di dettaglio ma dobbiamo considerare che quando siamo in bicicletta su strada viviamo il momento di massima esposizione al rischio “vita”.

Una anticipazione di un altra pillola sull’attrezzatura sarà lo specchietto retrovisore per bici da corsa.

Prima di lasciarci...

Speriamo che quanto scritto sia stato di tuo gradimento! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi o se hai domande da fare. Per questo vi è la possibilità, a fine articolo, di scrivere liberamente nell'area commenti. Gli articoli sono in continua revisione pertanto puoi salvarli e tornare a leggere di tanto in tanto. Sono ben accette anche critiche speriamo costruttive nonchè consigli e richieste. Ci piace l'idea della libera e gratuita informazione senza confini. Tutto questo richiede molto lavoro e il tempo che riusciamo a dedicare è commisurato purtroppo anche dal piccolo rientro economico che produce con la pubblicità. Se prima di uscire clicchi su un banner pubblicitario ci dai una mano a crescere. Se volessi fare una donazione con paypal per esempio ed ancor meglio l'indirizzo paypal è roncada.enrico@email.it con causale "donazione". Se vuoi prendere contatto diretto con noi premi qui: "Contatti". Speriamo di riaverti presto.

Dott. Enrico Roncada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *