DUATHLON SPRINT DI MANERBA DEL GARDA

Periodo dell’anno

Circa l’ultima settimana di marzo. Fra le prime gare che aprono la stagione agonistica.

Dove si svolge

La gara si svolge a Manerba del Garda presso il centro sportivo GS Manerba Via del Rio (8,76 km) – 25080 Manerba del Garda

Tipologia di gara

Duathlon sprint Manerba (5 Km di corsa – T1 – 20 Km di bici – T2 – 2,5 Km di corsa)

Costo, posteggi e pacco gara

Il costo di 30,00 euro è comprensivo di pacco gara contenente una bottiglia di vino rosso, una confezione di conserva di pomodoro, un pacco di pasta da mezzo kg e una barretta energetica. E’ possibile posteggiare agevolmente nelle vicinanze dell’area della zona cambio, se si arriva relativamente presto prima che venga inibita la circolazione, o in zone circostanti.

Location e orari

La gara si svolge a Manerba del Garda sulla sponda bresciana del lago di Garda in un periodo dell’anno che può facilmente unire la gara a una bella domenica sul lago. È quindi adatta anche agli eventuali accompagnatori che possono assistere alla frazione run passeggiando sul lungo lago di Manerba.

La gara inizia alle 10.30 del mattino (chiusura zona cambio 10.15 e consegna pettorali dalle 8 alle 9.45) ed è possibile parcheggiare nelle vicinanze della zona cambio allestita nel campo sportivo di Manerba.

Sono presenti spogliatoi con docce per il dopo gara e tre bagni.

Il ristoro di fine gara è molto ben fornito di bevande calde (the) e fresche (acqua e bibite) e snack dolci: biscotti e torte. Quest’anno, visto che siamo prima di Pasqua, c’era anche la colomba pasquale.

Il primo giro di corsa (run)

Cinque km da percorrere su un anello in senso orario. Il percorso prevede un km “di lancio” davanti alla zona cambio per poi salire in direzione della Pieve percorrendo la strada che da Manerba porta a San Felice. Il primo tratto è in leggera salita, in alcuni tratti pianeggiante. Passata la Pieve, si svolta a destra verso il lago con un tratto in discesa abbastanza lungo. Poi si percorre il lungolago, immersi in un paesaggio veramente suggestivo. Da qui si vedono le montagne, l’isola del Garda e l’isola di S. Biagio. Arrivati al porto si torna a destra verso la zona cambio.

Il percorso è tutto asfaltato saliscendi nella prima parte, pianeggiante sul lungolago.

ricognizione dei 5 km di corsa (run) fatti in bicicletta

Il giro in bici (bike)

Il giro è un po’ meno di 10 km da percorrere due volte, si snoda su tre rami. Il primo ramo percorre per un tratto lo stesso percorso del run poi continua fino al primo giro di boa. È saliscendi ma con pendenza lieve, si possono fare tranquillamente col “padellone” davanti (io ho il 53). Tende leggermente a salire all’andata in modo continuo più o meno pendente anche se con pendenze lievi e decisamente a scendere nel ritorno.

ricognizione del primo tratto andata e ritorno dei tre del percorso bici (bike) andata e ritorno

Dopo il giro di boa si ridiscende per la stessa strada per circa due km per poi imboccare il secondo ramo. È una salita di circa un km verso Solarolo dritta e mediamente impegnativa. Arrivati in cima, giro di boa e si scende fino all’incrocio con un una curva pericolosa a destra di più di 90 gradi.

ricognizione del secondo tratto andata e ritorno dei tre del percorso bici (bike)

Si arriva alla rotonda e si sale sul terzo ramo del percorso, la salita delle Montinelle, abbastanza impegnativa di circa settecento metri. Altro giro di boa e si scende. Alla rotonda una curva più morbida a destra che si può fare ad elevata velocità e permette di sfruttare l’abbrivio fino alla inversione a U per il rientro in zona cambio o secondo giro.

ricognizione del terzo tratto andata e ritorno dei tre del percorso bici (bike)

Il secondo giro di corsa (run)

Due km e mezzo da percorrere in senso antiorario su un percorso misto quasi tutto asfaltato l’ultimo tratto su erba. Il percorso, usciti dalla zona cambio, porta subito verso il lungolago che si era percorso durante il primo giro ma questa volta in senso opposto. Dopo un tratto di circa seicento metri si gira a sinistra e si percorre una strada alberata in leggera salita, per poi rientrare nel campo sportivo per gli ultimi cinquecento metri da fare su erba.

ricognizione dei 2,5 Km di corsa (run) fatti in bicicletta

Tattica di gara

Il duathlon di Manerba parte con una corsa “a tutta”. Mantenendo il ritmo, dopo un cambio veloce si sale in bici e si trova una leggera salitella fino alla rotonda dopo di che si può iniziare a fare scia ma dura poco e a tratti perché si torna a salire. Dopo il primo giro di boa discesa nuovamente strategica e scie. Salite di potenza e discese tecniche si alternano, la discesa del secondo tratto è rettilinea e si può fare a tutta velocità. Massima prudenza alla fine con curva maggiore di 90 gradi che porta fuori. Nuovamente salita di potenza e discesa un filo più tecnica ma molto veloce con curva a destra molto più lieve ed affrontabile ad elevatissima velocità compreso poi il raccordo che porta ad una specie di inversione ad U. Si rientra o in zona cambio o si accede al secondo giro. Rientrati si fa il cambio e si corre quanto più possibile inizialmente in leggera discesa poi in leggera salita, arrivo in leggera discesa.

Le premiazioni

Le premiazioni si svolgono dopo che tutti gli atleti sono giunti all’arrivo. Cè il tempo per ristorarsi e per mangiare al pasta party.

Vengono premiati i primi sei assoluti e i primi cinque di categoria con premi in natura. (Equivalente del pacco gara più scatoletta di tonno e biscotti).

Conclusione duathlon di Manerba

È una bella gara da fare a inizio stagione in una bellissima location con la possibilità di portare anche la famiglia e di trascorrere il resto della giornata al lago. Ideale pernottare e provare i percorsi il giorno prima vista la qualità tecnica del tracciato.

Per quanto riguarda tempi e metodi si rimanda al sito della fitri: FITRI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *