I Miei film classifica dei migliori

Pensando a come impostare questa pagina che parla dei film che mi hanno in qualche modo segnato o che ho apprezzato sotto diversi punti di vista mi rendo conto nuovamente che non vi è nulla di più bello di fare una cosa per pura vera reale passione e piacere di farla!

Il genere che maggiormente mi piace e che ha catturato la mia attenzione fin da piccolissimo è quello della Fantascienza (un nerd che fa triathlon).

La mia classifica dei migliori film di tutti i tempi:

Pos.TitoloAnnoRegistaGenere
1Alien1979Ridley ScottFantascienza
2Down of the dead1978George A. RomeroFanta Horror
3Terrore dallo spazio profondo1978Philip KaufmanFantascienza
4La cosa1982John CarpenterFantascienza
5blade runner1982Ridley ScottFantascienza
62001 odissea nello spazio1968Stanley KubrickFantascienza
7Contact1997Robert ZemeckisFantascienza
8Terminator1984James CameronFantascienza
9The Entity1981Sidney J. FurieHorror
10Pianeta delle scimmie1968Franklin J. SchaffnerFantascienza
11Matrix1999Lana e Andy WachowskiFantascienza
12Punto di non ritorno1997Paul W. S. AndersonFanta / Horror
13Giurassic Park1993Steven SpilbergFantascienza
14Impostor2001Gary FlederFantascienza
15Equilibrium2002Kurt WimmerFantascienza
16The Time Machine2002Fantascienza
17E.T.1982Steven SpilbergFantascienza
18Screamers1995Christian DuguayFantascienza
19Gattaca1997Andrew NiccolFantascienza
20Edge of tomorrow2014Doug LimanFantascienza

I Film anni 70

Che dire? Meravigliosi! Ansiogeni, crudi e reali più dell’attuale realtà! Spesso con finali senza fine. Che ti lasciano li, in sospeso, con il dubbio e l’inquietudine. Come nel film ” Terrore dallo spazio profondo” per esempio che ovviamente e caldamente vi consiglio. Se non lo avete mai visto, vi invito anche di visionarlo senza leggere nulla! Cercando per quanto possibile di immergersi sulla lunghezza d’onda del tempo.

La fantascienza

Forse perchè con la fantascienza tutto è possibile. Possibile o giustificabile.

Dr WHO.

La prima “cosa” che vidi a tema fu Dr. WHO trasmesso dalla rai negli anni 70. La Rai trasmise nel 1980 solo 22 episodi, aventi come protagonista il Quarto Dottore impersonato dall’attore Tom Baker. Un gruppo di 12 episodi della tredicesima stagione fu recuperato nell’ottobre dell’anno successivo. I primi due episodi parlavano di un robot, riuscendo a creare con nulla una suspance e tensione incredibile! Bellissimi gli episodi successivi narranti un arca spaziale abbandonata contenente l’umanita in ibernaizone attaccata da un parassita spaziale e il successivo riutilizzo della stessa nei due episodi successivi abitata ora da persone ma nuovamente vittima di un parassita questa volta meccanico.

ATTENZIONE! Spoiler

Dovendo o emglio volendo giustificare la scelta delle diverse posizioni andrò a parlare dei film e della loro trama. Consiglio vivamente prima di continuare a leggere di guardare il film per non privarsi del piacere della prima visione (a sorpresa).

Alien

Quando vidi per la prima volta Alien rimasi letteralente rapito! Fin dall’inizio ci si aspetta sempre che debba succedere qualcosa. La stessa “sigla” iniziale è carica di enigmismo. La musica crea subito tensione e questi simboli che appaiono uno alla volta danno subito l’impressione che si stia scrivendo una lingua Aliena salvo poi tornare alla normalità. Un tema che ricorrerà sempre meno e con semrpe meno rassicurazioni per tutto il film. Nei priomi minuti vi è questa astronave, un cammion spaziale per cui nulla di particolare che ci fa tornare alla crudele realtà seppur fantascientifica ma con forte connotazione distropico realistica degli anni 70. Asettica. Il primo a svegliarsi è il sistema automatico elettronico di navigazione. Ancora non sappiamo cosa stia facendo se sia ordinaria amministrazione o straordinaria.

Allentiamo la tensione

La musica cambia ritmo piano piano, stemperando la tensione assistiamo al risveglio del personale di bordo in stato di sonno evidentemente programmato. Il sucessivo momento ci convivalità fa presupporre una situazione totalmente normale e sotto controllo. La regia spazia per l’astronave, il comandante DALLAS entra nella sala del computer centrale “MOTHER”. Una stanza sigillata ed imbottita che a me dava quasi senso di protezione. La voce di Mother è ovviamente robotica asettica metallica. L’equipaggio prende posto, la voce di ricerca posizione con visuale esterna dell’astronva da l’idea di come si sia soli nello spazio. Qualcosa non va, non sono dove dovrebbero essere.

Mistero e curiosità

E’ stata captata una trasmissione Aliena, che sara? Chi sarà? Ne nasce una discussione dalla quale si evince che l’obbligo è indagare. Suggestiva la procedura di sgancio di una sorta di motrice spaziale dal resto del carico che compone l’intera astroave ed anche con senso logico scientifico. La musica ricomincia ad incalzare. La tensione riparte. La procedura di atterraggio è eccezionale e si prende i tempi giusti degli anni 70 (il tiro dei film anni 70). L’atmosfera del pianeta è ostico iniziano le difficoltà. Qualche danno ma nulla di particolarmente grave.

Continua…

Star Trek

Che dire su Star Trek che non sia stato detto?

Continua…

Prima di lasciarci...

Speriamo che quanto scritto sia stato di tuo gradimento! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi o se hai domande da fare. Per questo vi è la possibilità, a fine articolo, di scrivere liberamente nell'area commenti. Gli articoli sono in continua revisione pertanto puoi salvarli e tornare a leggere di tanto in tanto. Sono ben accette anche critiche speriamo costruttive nonchè consigli e richieste. Ci piace l'idea della libera e gratuita informazione senza confini. Tutto questo richiede molto lavoro e il tempo che riusciamo a dedicare è commisurato purtroppo anche dal piccolo rientro economico che produce con la pubblicità. Se prima di uscire clicchi su un banner pubblicitario ci dai una mano a crescere. Se volessi fare una donazione con paypal per esempio ed ancor meglio l'indirizzo paypal è roncada.enrico@email.it con causale "donazione". Se vuoi prendere contatto diretto con noi premi qui: "Contatti". Speriamo di riaverti presto.

Dott. Enrico Roncada